RENATO CADEL

Baritono, liutista e gregorianista, Renato Cadel si è laureato con lode in Liuto al Conservatorio di Pavia sotto la guida di Massimo Lonardi, e in Canto al Conservatorio della Svizzera Italiana con Luisa Castellani. Ha approfondito la sua formazione strumentale e vocale con Michele Pasotti e Christian Senn. Ha studiato Polifonia rinascimentale alla Scuola Civica di Musica di Milano e Canto gregoriano presso l’A.I.S.C.Gre. Accanto agli studi musicali, si è laureato con lode in Filosofia all’Università di Pavia. 

Ha fondato e dirige la Schola Gregoriana Ghislieri ed è membro del Quartetto di Liuti da Milano. Collabora con vari ensemble, fra i quali Accademia d’Arcadia (A. Rossi Lürig), Coro e Orchestra Ghislieri (G. Prandi), Cremona Antiqua (A. Greco), Erato Choir (D. Ribechi), Vox Àltera (M. Pascucci). Ha inoltre preso parte a progetti sotto la direzione, tra gli altri, di R. Adami, A. Bernardini, O. Dantone, A. De Marchi, E. Egüez, A. Florio, F. Luisi, N. McGegan, T. Koopman e F.M. Sardelli. Come interprete di musica contemporanea, ha cantato delle prime esecuzioni di C. Boccadoro, A. Donati, F. Hoch, F. Perotti e V. Zago. Ha preso parte ad allestimenti operistici e spettacoli teatrali per la regia di A. Cigni, G. Giuntini, V. Malosti e P.L. Pizzi. 

Tra i contesti in cui si è esibito come solista o direttore si ricordano: Bologna Festival, Cantar di Pietre (Svizzera), Copenhagen Renaissance Music Festival, DeSingel (Anversa), Festival d’Ambronay (Francia), Festival Grandezze e Meraviglie (Modena), Het Concertgebouw (Amsterdam), LAC (Lugano), MAfestival (Brugge), Milano Arte Musica, Monteverdi Festival (Cremona), Oude Muziek (Utrecht), Sala Cecília Meireles (Rio de Janeiro), Tage Alter Musik (Herne), Trame sonore (Mantova), Wunderkammer (Trieste). 

Ha inciso per Amadeus, Arcana – Outhere, Brilliant Classics, ClassicVoice, Concerto Classics, Glossa, Sony-DHM e Tactus. 

Svolge attività didattica e divulgativa riguardo al Canto gregoriano, collaborando con istituzioni come il Museo della Certosa di Pavia, il Conservatorio di Milano e Radio Televisión Española.